Follow by Email

28 maggio 2012

Butterfly



Questa torta mi è stata chiesta da un amico per festeggiare l'anniversario assieme alla fidanzata e per farle una sorpresa l'ha chiesta espressamente con le farfalle, perchè a lei piacciono tanto.
Romantico vero?
La torta è fatta con biscotti secchi e crema al mascarpone e meringa italiana, ricoperta di crema al burro e decorata con farfalle e fiorellini realizzati in pasta di zucchero.

27 maggio 2012

Torta Greca


La Torta Greca è una delle torte preferite di mio marito. E' un'impasto ricco di mandorle, amaretti e burro. Una torta morbidissima, che si scioglie in bocca, racchiusa in un guscio di pasta sfoglia. Ve la consiglio perchè veramente deliziosa, anche se un po' calorica...

TORTA GRECA

1 confezione di pasta sfoglia
150 g di mandorle ridotte in polvere
100 g di amaretti tritati finemente
130 g di farina
3 cucchiaini di lievito in polvere (baking)
3 uova
180 g di zucchero
170 g di burro fuso
1 bicchierino di liquore tipo sassolino o rum
latte q.b.

Stendere la pasta sfoglia con il mattarello per ottenere una forma che possa rivestire il fondo e le pareti di una tortiera del diametro di 28 cm, facendo in modo che essa possa poi ricadere sull'impasto con cui la farciremo. (La torta risulterà esteticamente migliore se riusciremo a dare una forma quadrata alla pasta sfoglia e incroceremo i quattro angoli al centro)
In una terrina mescolare gli ingredienti secchi: mandorle, amaretti, metà dello zucchero, farina e lievito.
Montare i tuorli con l'altra metà dello zucchero, aggiungere il burro e il sassolino e mescolare bene. Se necessario ammorbidire l'impasto con il latte fino ad ottenere una consistenza morbida.
Per ultimo unire gli albumi montati a neve mescolando con una spatola dal basso verso l'alto.
Versare il composto all'interno della tortiera rivestita di pasta sfoglia e chiudere i lembi della pasta sfoglia in eccesso, sopra alla farcitura.
Cuocere in forno caldo a 180° per circa 1 ora. Trascorso il tempo, verificare la cottura inserendo uno stecchino di legno che dovrà uscire asciutto e pulito.
Sformare su una gratella e raffreddare. A piacere spolverizzare di zucchero a velo.
Buon appetito!

Torta Barozzi





La Torta Barozzi è un famoso dolce tipico della provincia di Modena, precisamente di Vignola. Nessuno conosce la ricetta originale, custodita gelosamente dalla pasticceria che la inventò con il nome di Torta Nera alla fine del 1800, e ribattezzandola Torta Barozzi nel 1907 in occasione del quarto centenario della nascita dell'architetto Jacopo Barozzi, detto "Il Vignola".
E' una dolce a base di mandorle, cioccolato e caffè. L'assenza di farina e lievito la rendono compatta e morbida. Si serve tagliata a quadrettoni.

Questa è la mia versione.

LA MIA TORTA BAROZZI

100 g di mandorle tritate finemente
3 uova
60 g di burro
200 g di zucchero
80 g di cioccolato fondente fuso con qualche cucchiaio di latte
2 cucchiai di cacao amaro
1 bustina di vanillina
3 cucchiai di caffè solubile
1 cucchiaino di polvere di caffè
1 bicchierino di rum

Sbattere il burro con lo zucchero. Aggiungere le uova una alla volta. Infine aggiungere uno alla volta tutti gli altri ingredienti.
Imburrare una teglia del diametro di 26 cm e foderare il fondo con carta da forno. Versare il composto nella tortiera e cuocere in forno caldo a 170° per 30 minuti circa.
Sformare e raffreddare. Spolverizzare di zucchero a velo e serivire tagliandola a quadrettoni.

Buon appetito!

20 maggio 2012

Macedonia di formaggi e noci



Macedonia di formaggi e noci

Tagliare a cubetti diversi tipi di formaggi,
in proporzione variabile secondo il proprio gusto.
Io ho usato:
emmenthal
groviera
provolone
asiago
brie
montasio

In una terrina raccogliere tutti i formaggi tagliati a cubetti e condire con un buon olio extravergine di oliva, una generosa macinata di pepe, una manciata di noci tritate grossolanamente e, a piacere, maggiorana o altre erbe. Mescolare e lasciare insaporire coperto in frigorifero.
Importante: servire a temperatura ambiente.

Salsa di verdure e uova


Salsa di verdure e uova

2 coste di sedano
1 cipolla
3 carote medie
1 finocchio
10 rapanelli
3 peperoni rossi e gialli
2 cipollotti
2 spicchi di aglio
4 uova sode
1 vaso di maionese da 500 g
prezzemolo


Le quantità delle verdure sono indicative. Basta seguire il proprio gusto.
Lavare tutte le verdure, tagliarle a pezzi e sistemare nel mixer. Frullare tutto insieme per ridurre le verdure in pezzetti fini.
Versare in un canovaccio robusto, arrotolare a caramella e strizzare il più possibile per eliminare tutta l'acqua (io lo faccio fare a mio marito...).
Versare le verdure ben asciutte in una terrina, aggiungere il prezzemolo, salare e mescolare bene.
Aggiungere la maionese e 3 uova sode tritate.
Affettare sottilmente l'ultimo uovo sodo per decorare, magari aggiungendo qualche ciuffetto di maionese e un cappero.

19 maggio 2012

Torta di Mele della mia Mamma



La torta di mele che fa mia mamma è in assoluto la più buona che io conosco (ma in fondo credo che ognuno di noi sostenga la stessa cosa). E' morbida, con poca pasta e tante mele, speziata al punto giusto, e con quel tocco di amaretti e zucchero di canna che creano quella golosissima crosticina in superficie...mmh!

TORTA DI MELE DI MAURIZIA

3 uova
6 cucchiai di zucchero semolato
100 g di burro fuso
200 g di farina 00
1/2 bustina di lievito
1 cucchiaino di cannella in polvere
4 mele grosse
3 cucchiai di zucchero semolato
4 cucchiai di vino bianco
3/4 cucchiai di zucchero di canna
7/8 amaretti


Sbucciare le mele e tagliarle a pezzetti. Raccogliere in una ciotola e unire la cannella e, se piace, un pizzico di zenzero. Aggiungere i 3 cucchiai di zucchero semolato e un goccino di vino bianco, mescolare bene e lasciare macerare tenendo da parte.

A parte montare i tuorli con i 6 cucchiai di zucchero. Unire il burro fuso e raffreddato, la farina mescolata con il lievito e se serve un po' di latte per ammorbidire l'impasto (in alternativa al latte unire il sugo formatosi con la macerazione delle mele).
Aggiungere le mele e mescolare bene. In ultimo unire le chiare montate a neve ben ferma.
Versare il composto in una teglia imburrata e cospargere la superficie con lo zucchero di canna e gli amaretti sbriciolati. A piacere lasciare cadere qualche fiocchetto di burro.
Cuocere in forno caldo a 180° per 35 minuti circa.
Una volta tolta dal forno io la lascio raffreddare coperta con un foglio di alluminio, perchè il vapore mantenga morbida la superficie del dolce, ma è sempre una questione di gusti...
Buon appetito! 



 

17 maggio 2012

Banana Bread

 Oggi ho sperimentato questa nuova ricetta e devo dire che sono rimasta molto soddisfatta. Adoro i dolci che si preparano "alla vecchia maniera", cioè con pochi utensili e il minimo sforzo. E' sufficiente infatti mescolare tra loro gli ingredienti secchi (polveri) e gli ingredienti liquidi per poi unirli insieme con pochi e semplici movimenti.
Questo procedimento si usa anche per i muffin, e serve a garantire un risultato friabile e soffice. Impastando troppo infatti verrebbe attivato il glutine che renderebbe l'impasto più gommoso e compatto.

Trovo che sia un dolce ideale per la colazione e il gusto di banana è davvero invitante. Assolutamente da provare!
BANANA BREAD (Pane di Banana)

230 g di farina 00
150 di zucchero
1 cucchiaino di lievito per dolci
1/2 di cucchiaino di bicarbonato di sodio
1/4 di cucchiaio di sale
1 cucchiaino di cannella in polvere 
una manciata di noci o nocciole tostate e tritate
110 g di burro fuso e freddo
3 banane mature
2 uova
In una ciotola mescolare bene tutti gli ingredienti secchi: farina, zucchero, lievito, bicarbonato, sale cannella e la frutta secca (a piacere).
In una ciotola a parte schiacciare le banane con una forchetta e unirvi le due uova leggermente sbattute e il burro fuso.
Mescolare con una frusta gli ingredienti "umidi" a quelli "secchi" con pochi movimenti, giusto per il tempo di amalgamare il tutto.
Versare il composto in uno stampo da plumcake imburrato e cuocere in forno caldo a 180° per 50/55 minuti circa.
Una volta cotto il dolce sformarlo su una gratella.
Servire tiepido o freddo.






15 maggio 2012

Insalata di Orzo, Pomodorini e Tonno


INSALATA DI ORZO POMODORINI E TONNO

300 g di orzo perlato
2 scatolette di tonno sott'olio
400 g di pomodorini ciliegia
una manciata di olive nere
origano
basilico
olio di oliva, sale & pepe

Lavare l'orzo e immergerlo in 2 l. di acqua fredda, senza salarla, portare a ebollizione e cuocere per 30/35 minuti, oppure in pentola a pressione per 10 minuti dal fischio.
Scolare e sciacquare con acqua fredda per fermare la cottura.
Tagliare a pezzetti i pomodorini. Mettere in una terrina con il tonno sgocciolato, le olive nere tagliate a rondelle, e condire con origano, basilico, sale, pepe e olio extra vergine di oliva.
Unire l'orzo e lasciare insaporire per qualche ora prima di servire.
Buon appetito!

Polpettone di tonno di Lory

POLPETTONE DI TONNO:

2 scatole di tonno sott'olio da 160 g
2 uova
2 cucchiai di parmigiano grattugiato
2/4 cucchiai di pangrattato
prezzemolo
4/5 acciughe

Mettere tutti gli ingredienti nel mixer e amalgamare bene. Aggiungere pangrattato se dovesse essere necessario.
Formare il polpettone e avvolgerlo nella pellicola trasparente, poi nell'alluminio.
Cuocere nell'acqua in ebollizione per 30' circa.
Tagliare quando è ben freddo.
Decorare con ciuffetti di maionese e un cappero.

14 maggio 2012

Pranzo per la Prima Comunione



IL MENU'

 

Antipasti

Torta salata ricotta e pesto genovese
Quiche alle verdure

Primi

Lasagne

Secondi a Buffet

Cous cous alle verdure
Roast Beef
Vitello Tonnato
Uova ripiene
Insalata di Patate alla tedesca
Verdure miste grigliate

Dolce

Frutta

Fantasia di ananas kiwi e fragole
Fragole al vino bianco

Vini

Lambrusco di nostra produzione vendemmia 2010 e 2011
Prosecco Valdobbiadene
Moscato dei Colli Euganei
Champagne

09 maggio 2012

Gateau di Patate



Gateau di Patate

800 g di patate
2 uova piccole (oppure 1 uovo e 1 albume)
80 g di burro fuso
100 g di prosciutto cotto a fette (o avanzi di salumi o wurstel)
3/4 cucchiai di parmigiano
1 mozzarella (o avanzi di formaggi)
prezzemolo tritato
sale e pepe
2 cucchiai di pangrattato

Cuocere le patate con la buccia e passarle con lo schiacciapatate (ho scoperto, povera me, che le patate si possono schiacciare direttamente nello schiacciapatate senza sbucciarle. Se penso a quante volte mi sono ustionata le dita...).
Aggiungere il burro fuso, il parmigiano, le uova, salumi e formaggi e mescolare bene.
Ungere una teglia rotonda non troppo grande (il mio in effetti è venuto un po' basso) e cospargere di pangrattato, versare il composto e cospargere sulla superficie il pangrattato e qualche fiocchetto di burro. 
Cuocere in forno caldo a 200° per 40' circa.

Il Gateau è una ricetta ideale per smaltire gli affettati e i formaggi che avanzano, magari dopo una cena a base di gnocco o tigelle, o quando si fa la raclette.
Oppure può essere un'ottima variante per un brunch o un buffet freddo.

04 maggio 2012

Bensone



Il Bensone, in dialetto Balsòun è il dolce tipico delle zone di Modena. Dolce che personalmente adoro, sia nella sua forma classica, cioè senza ripieno, sia con la marmellata o meglio, con il savòr , un'antica marmellata a base di mosto d'uva, zucca, mele e pere.
Mia suocera me lo ha insegnato così:

BENSONE

 500 g di farina
250 g di zucchero
4 uova
1 bustina di lievito per dolci
2 dita (in un bicchiere) di olio di semi oppure 100 g di burro
buccia di limone grattugiata
1 bicchierino di sassolino
latte q.b
marmellata di prugne o savòr

Impastare tutti gli ingredienti nel modo classico, formando cioè una fontana con la farina, il lievito e lo zucchero, creare al centro un incavo dove versare le uova, l'olio, la buccia di limone e il sassolino. Se dovesse risultare troppo duro aggiungere latte.
Stendere l'impasto  sulla carta da forno infarinata dandogli una forma rettangolare. Spalmare con marmellata di prugne o savòr.
Aiutandosi con la carta da forno piegare i lati corti verso il centro ottenendo 3 strati.
Spennellare con uovo sbattuto e cospargere di zucchero in granella.
Cuocere in forno caldo a 180° per 35 minuti.