Follow by Email

31 marzo 2013

Pastiera con gocce di cioccolato



La Pastiera

Per le feste di Pasqua mi sono cimentata in questa famosa ricetta campana. Lo confesso, ho usato il grano cotto che si trova al supermercato, ma ho cercato di rimediare usando una buona ricotta e uova freschissime delle mie galline. L'unica variazione che ho apportato alla lista degli ingredienti sono le gocce di cioccolato, visto che i canditi in casa nostra non piacciono proprio a nessuno!
Buona Pasqua!


20 marzo 2013

Zeppole di Patate

Erano anni che non facevo questi dolcetti.
Me ne sono ricordata sfogliando il mio libro di ricette.
Si tratta di frittelle a base di patate, passate nello zucchero semolato aromatizzato alla cannella.
Imparai a farle da un amico originario della provincia di Benevento, ma non ho mai saputo come si chiamavano. Documentandomi su internet ho trovato, credo, il loro nome giusto

Zeppole di Patate

750 g di patate
500 g di farina 00
1 bustina di lievito di birra secco
2 cucchiai di vermouth
2 cucchiai di olio
1 uovo grosso
cannella q.b.
olio per friggere
zucchero semolato q.b.



Lessare le patate in acqua leggermente salata.
Passarle con lo schiacciapatate su un tagliere e fare raffreddare.

Fare la classica fontana con la farina versata sulle patate, creare al centro il buco e versare l'uovo, il vermout, l'olio e il lievito sciolto in un po' di latte e cominciare ad impastare.


 Terminato di impastare formare dei filoncini dello spessore di un dito e tagliare ad una lunghezza necessaria a formare un nastrino come nella foto.





Infarinare bene il piano di lavoro e disporre le zeppole per la lievitazione








 Lasciare lievitare 2 ore in luogo tiepido, ad esempio nel forno leggermente riscaldato e poi spento.

 Friggere in abbondante olio, meglio se d'oliva, rigirando una volta solamente.
Scolare su carta assorbente e passare subito nello zucchero semolato mescolato con cannella.







Buon appetito!






19 marzo 2013

Dolce Arrotolato con Crema di Marroni


Questo dolce è rapidissimo da fare e di grande effetto.
La pasta è fatta di sole uova, zucchero e farina. Non contiene burro nè lievito e si può farcire in tanti modi diversi.
In questo caso ho provato con la marmellata di marroni e devo dire che sono rimasta soddisfatta, anche se la versione che preferisco in assoluto è con la marmellata di arance.
A piacere si può utilizzare altra marmellata o una crema al cioccolato, al limone, pasticcera...
Questa la ricetta:



Dolce Arrotolato con crema di Marroni

5 uova
6 cucchiai di zucchero
2 cucchiai e 1/2 di farina
1 vasetto di crema di marroni

Montare i rossi d'uovo con lo zucchero.
Aggiungervi la farina e le chiare montate a neve fermissima.
Disporre il composto sulla teglia del forno rivestita di carta da forno livellando bene con una spatola.
Cuocere in forno già caldo a 180° per 12-15 minuti.
Terminata la cottura rovesciare a testa in giù il dolce su un canovaccio, afferrandolo per la carta da forno (che risulterà attaccata) 
Togliere delicatamente la carta forno iniziando da un lato e tirando nel senso opposto (...come si fa con l'adesivo delle figurine... :-) 
Spalmare la marmellata sulla superficie del dolce e arrotolare con l'aiuto del canovaccio.
Mettere in frigorifero a raffreddare bene.
Al momento del taglio, togliere il canovaccio e passare il dolce nello zucchero semolato, tagliare a fette e disporre ordinatamente in un piatto da portata.
Buon Appetito!


16 marzo 2013

Torta di Semolino dell'Artusi

Ogni tanto mi piace sfogliare questa "bibbia" del mangiar bene, e ieri ho trovato questa ricetta, che mi ha attirato per la presenza del semolino che io adoro, ma che ho mangiato sempre e solo nelle versioni salate.
Riporto la ricetta così com'è scritta dall'autore, con quel sapore un po' antico...

Torta di Semolino

latte, un litro
semolino di grana fine, grammi 130
zucchero, grammi 130
mandorle dolci con tre amare, grammi 100
burro, grammi 20
uova, n. 4
raschiatura di un limone
una presa di sale

Sbucciate le mandorle nell'acqua calda e pestatele finissime in un mortaio con tutto lo zucchero*, che metterete a una cucchiaiata per volta.
Cuocete il semolino nel latte e prima di ritirarlo dal fuoco aggiungete il burro e le mandorle, le quali per essere mescolate allo zucchero, si sciolgono facilmente. Poi salatelo ed aspettate che sia tiepido per unirvi le uova frullate a parte.
Versate il composto in una teglia unta di burro, aspersa di pangrattato e di grandezza tale che la torta risulti alta un dito e mezzo o al più due. Mettetela in forno o nel forno da campagna**, sformatela diaccia e servitela tutta intera o tagliata a mandorle.

*Io ho macinato le mandorle assieme allo zucchero nel robot.
** Per la cottura mi sono regolata un po' in base alla mia esperienza e al mio forno. L'ho cotta per 35 minuti a 180°.




Buon appetito!

13 marzo 2013

Crumble di Mele


Continua il mio viaggio tra le ricette americane.
Un altro dolce tipico degli U.S.A. è il crumble con la frutta.
E' una specie di crostata ma la differenza sta nel fatto che sotto troviamo la frutta e sopra viene disposta la pasta, sbriciolata in maniera grossolana.
Il risultato è fantastico: la frutta morbida si mescola con questi granelli di pasta friabile e croccante, perchè qua e là troviamo pezzetti di noci e fiocchi d'avena.
E' semplicissima da fare e veramente rapida.
La frutta che si può utilizzare? Mele, pesche, frutti di bosco, fragole, ...




07 marzo 2013

Peanut Butter Cookies

Qualche giorno fa, dietro consiglio di un amico appassionato di cucina, mi sono regalata un libro di ricette americane dell'autrice Laurel Evans, famosa esperta di cucina.
Golosa e curiosa come sono, mi sono messa subito all'opera per preparare due tipi di biscotti (un tipo prevede la cottura, l'altro no) con un ingrediente che mi fa letteralmente impazzire: il burro di arachidi. Credo sia una delle "invenzioni" americane che amo di più! Inutile dire che trovo questi biscotti IRRESISTIBILI...






Ho preparato l'impasto con burro d'arachidi, burro, zucchero, melassa, uova, farina e arachidi tritate.
Ho formato tante palline e le ho sistemate in una teglia con carta da forno distanziandole bene.








Con il dorso di una forchetta le ho schiacciate incrociando i segni lasciati dai rebbi.
Ho cotto i cookies in forno a 180° per 10 minuti...




  ...ed ecco il risultato.














Per i Cookies senza cottura, i No-bake Chocolate peanut butter cookies, il procedimento è ancora più semplice


La base di questi dolcetti sono i fiocchi d'avena e oltre al burro di arachidi, gli ingredienti che compongono questi biscotti sono burro, zucchero, latte, cacao e farina di cocco.

Una volta mescolati questi ingredienti è sufficiente disporre il composto a cucchiaiate su una teglia da forno e lasciare solidificare.




Trovo questi dolcetti squisiti:
hanno una consistenza fondente e originale.
Il gusto poi è unico: cocco e burro
d'arachidi li rendono irresistibili!




























Buon appetito!